aggiornato il 02/04/2012 alle 12:53 da

Pallamano, Uisp non riesce ad espugnare il Capua

PUTIGNANO – Partita adrenalinica che inizia con due gol di vantaggio del Capua. Si ripete così, lo stesso vantaggio dell’ultimo incontro: segnano Cardone e Di Felice. Quest’ultimo poi parato due volte da Nebbia, permette al Putignano di riprendere fiato, almeno con un gol di Cofano. Ma i primi 5’ sono completamente a favore della squadra avversaria che riuscirà a segnare altri 3 gol, dopo un contropiede fallito dei rossoblu, siamo 5-1. Andrà meglio subito dopo: Cardone porta il Capua a 6 punti, riuscendo a segnare prendendo una palla di rimbalzo sul palo in fase di attacco, ma Santoro, Fanizza, Loiacono e Cofano con cinque azioni portano la squadra al pareggio. Pareggio che però stenta a durare, soprattutto per tutte le intenzioni di questo Capua di conseguire ad ogni costo i 3 punti da aggiungere alla classifica. Riesce a ovviare ai propri errori, con Gervasio, che tenta dalla propria porta un tiro rivolto alla rete avversaria, vuota per un attimo di Nebbia. Ma il portiere del Putignano non si fa cogliere impreparato. Nonostante tutto, il vantaggio della prima frazione di tempo è del Capua per 14-12, rotto poi, nei primi minuti di gioco del secondo tempo da un gol di Cofano e Narracci che riprendono pareggio. Un paio di errori del Putignano facilitano la squadra di casa a continuare a giocare con due punti di vantaggio. A 7’ dalla fine il Putignano è in inferiorità numerica (2 minuti di espulsione su Narracci) ma Santoro si traghetta la difesa avversaria al centro: tutto spazio lasciato a disposizione di Fanizza ed è 23-22. Ad un minuto dal fischio finale il Capua riprende vantaggio: 28-26. Il Putignano ha pochissimo tempo per tentare due o tre realizzazioni e non subire altri gol. A quaranta secondi, Cofano riesce a portare la squadra a meno uno di differenza e Nebbia a scardinare un ulteriore punto del Capua, concedendo ai rossoblu un ultimo tentativo di attacco. Cofano ha tempo di correre verso la metà campo avversaria, ricevere al volo una palla d’oro da Cianciaruso, ma viene bloccato in fase di tiro da Di Gennaro. E’ un tentativo che vale almeno un rigore. Batte Fanizza a due secondi  dalla fine, non spreca l’occasione. E’ parità di 28. Si può continuare a sperare nei rigori. I primi cinque tiri regolari finiscono in parità. Poi, nei tiri ad oltranza Gervasio riesce a parare Santoro e subito dopo, Velazco non sbaglierà il tiro successivo: 33-32. Il Capua vince, ma conquista solo 2 punti, il Putignano torna a casa con un punto di merito, non riesce nella difficile impresa di conquistare fuori casa la sanzione di vittoria del campionato, ma ha tutto il tempo di farlo nel prossimo incontro in casa.

Capua vs Putignano Uisp’80 33-32

Capua: Cardone 4, Centore F, Centore M. 2, Gervasio, Di Stasio, De Siero Danilo 4, De Siero Denis 2, Di Felice 11, Fiorillo, DI Lella, Monaco, Botta, Vrilletta, Velazco 5; All. Panariello

Putignano Uisp’80: Nebbia, Loiacono 2, Cofano 11, Narracci 3, Santoro 6, Fanizza 7, Maggiolini 2, Cianciaruso, Adone 1, Laera, Losavio, Laterza, Laera; all. Laera

Note:

squalifiche seguite da rapporto: Centore F.

Primo tempo: 14-12

Secondo tempo: 28-28
_DSC8284_DSC8291_DSC8292_DSC8274

© Riproduzione riservata 02 Aprile 2012