aggiornato il 20/10/2014 alle 16:20 da

Trasporti pubblici, i passeggeri alzano la voce

UniConsRUTIGLIANO – Ogni giorno migliaia di persone utilizzano i trasporti pubblici per poter raggiungere scuole, lavoro, ecc. Tante le testimonianze dei disservizi che creano continui e gravi disagi ai pendolari: “I vagoni sono pochi e sempre stipati di gente che deve accalcarsi per poter entrare”; ”Il costo dei biglietti e degli abbonamenti continua ad aumentare, e il servizio dato a peggiorare”; “A volte non si fermano neanche per farci salire, siamo stati letteralmente lasciati a piedi. è una vergogna!”; “Il condizionatore è sempre troppo freddo o troppo caldo e i ritardi sono ormai scontati, non ci facciamo neanche più caso”; “è uno schifo! Le condizioni igieniche sono paragonabili a quelle del terzo mondo, ho perfino paura di sedermi,  infatti mi faccio tutta la tratta in piedi.”; “C’è poca sorveglianza da parte dei controllori, che permettono ai ragazzi di fare caos e addirittura di fumare nei vagoni”. Le lamentele sono decisamente troppe per poterle riportare tutte e qualcuna è decisamente sopra le righe.
Ma ora sembra che la voce di questi passeggeri sarà ascoltata dall’associazione Unicons – Unione e tutela dei cittadini e dei consumatori, con sede in Bari Viale Unità d’Italia 11, che comunica infatti l’iniziativa di dar vita a un comitato passeggeri del trasporto pubblico locale. Il comitato si occuperà di rappresentare i passeggeri e raccogliere le segnalazioni sui problemi e sui disservizi riscontrati, per farsi portavoce degli stessi, dinanzi alle società che gestiscono il servizio, e gli enti pubblici competenti, presentando proposte per migliorare i servizi offerti secondo le richieste dell’utenza. E’ possibile contattare il comitato all’indirizzo email: comitatopasseggeritpl.unicons@gmail.com, a cui inviare il modulo di adesione, o contattare il numero 348.0086073.
Soprattutto in questo periodo di crisi economica, afferma il presidente dell’associazione, l’avv. Francesco Saverio Del Buono, il trasporto pubblico deve svolgere una funzione sociale, assicurando un servizio economico ed efficiente, che non crei uno stato di stress emotivo al passeggero, dovuto a ritardi e disservizi vari.

© Riproduzione riservata 20 Ottobre 2014