aggiornato il 10/10/2014 alle 16:17 da

La giunta presenta il bilancio di previsione

IMG-5477-RutiglianoRUTIGLIANO – In attesa che il Comune di Rutigliano approvi il bilancio di previsione 2014, giovedì pomeriggio, in sala consiliare, l’amministrazione comunale ha incontrato i cittadini per esporre le linee guida dello strumento finanziario che sarà portato in consiglio comunale. A introdurre la seduta, l’assessore alle risorse economiche e umane Agata Di Ciolla, che ha fatto una panoramica sulle nuove tasse che rappresentano un capitolo fondamentale del bilancio, concentrandosi prevalentemente sulla IUC (imposta unica comunale) che ingloba l’IMU (imposta municipale unica), la TASI (tributo per i servizi indivisibili) la Tari (tassa sui rifiuti), e sulle relative aliquote, argomento quanto mai attuale visto che giovedì 16 scade il termine per il pagamento della prima rata della TASI.
L’assessore all’agricoltura Giuseppe Valenzano ha poi sottolineato come uno degli obiettivi dell’amministrazione sia la bonifica ambientale, obiettivo per il quale oggi, dopo tanti anni, c’è una posta di bilancio. Valenzano ha anche spiegato che circa 240mila euro saranno devoluti per la risoluzione del problema rifiuti, per arrivare a creare una sorta di sistema di tracciatura che ne limiti l’abbandono. Per quanto riguarda l’agricoltura, ha evidenziato alcune novità che prenderanno vita proprio grazie allo strumento finanziario: “Ci stiamo indirizzando su metodologie diverse di produzione. Bisogna imparare a produrre! Produrre, cioè, in maniera sostenibile!”. L’assessore ha concluso manifestando la volontà di ripristinare l’URP (ufficio relazioni con il pubblico), fondamentale per consolidare il dialogo con i cittadini.
Nicola Berardi, assessore all’urbanistica e all’edilizia residenziale pubblica, ha altresì spiegato che è stata destinata una somma di denaro al recupero e riammodernamento del centro storico e di opere come il mercato coperto, oltre che per la messa in sicurezza, la manutenzione e la ristrutturazione delle scuole elementari Aldo Moro e Settanni. Ma la cultura non è solo scuola.
E, in questa ottica, l’assessore allo sviluppo economico e culturale Gianvito Altieri, ha annunciato che il Comune di Rutigliano ha ricevuto un finanziamento di 500mila euro, stanziati per il museo del fischietto che, secondo le previsioni, sarà pronto entro la fine del prossimo anno. L’assessore ha anche assicurato i presenti che sono in cantiere progetti per una città 2.0, a partire dall’efficientamento energetico che porti a una riduzione delle spese energetiche di tutti gli edifici pubblici. E ha manifestato la propria soddisfazione per i risultati conseguiti dall’estate rutiglianese che, tra le altre iniziative, sarà ricordata per la rassegna “Cinema sotto le stelle” e per la notte bianca “Hell in the Cave” con l’inferno di Dante in versi danzanti messo in scena nel borgo antico.
Il tutto dovendo continuamente combattere con la stringente crisi economica che, come sottolineato anche dall’assessore ai servizi sociali Anna Ancona, spesso rende difficile la risoluzione di problemi apparentemente semplici da risolvere. Tuttavia, nonostante le ristrettezze economiche, sono stati sviluppati servizi di assistenza agli anziani, trasporto per i disabili e colonie per i minori di famiglie meno abbienti. Oltre alla contribuzione alternativa, che sarà messa in atto quanto prima e che prevede la concessione di appositi voucher in cambio di una prestazione lavorativa, in ambiti ancora da definire, tra cui, per esempio, la pulizia dei giardini delle scuole o la custodia del cimitero.
A tirare le somme, in conclusione dell’incontro, il sindaco Roberto Romagno, che ha ribadito che il bilancio 2014 è un bilancio che si inserisce in un momento difficile, sottolineando come alcuni dei provvedimenti messi in atto e che saranno sviluppati, sono frutto della precedente amministrazione. A margine della serata, gli interventi di alcuni concittadini desiderosi di discutere dei disagi e dei problemi causati dal forte mal tempo verificatosi qualche giorno fa a Rutigliano. La risposta è arrivata con la convocazione, per martedì 14 ottobre, di un consiglio straordinario che si occuperà proprio dell’evento calamitoso di martedì 7 ottobre.

© Riproduzione riservata 10 Ottobre 2014