aggiornato il 29/10/2014 alle 11:00 da

Il bilancio entro 10 giorni o tutti a casa

img-114 RutiglianoRUTIGLIANO – E’ arrivato, come previsto dalla legge, l’aut aut all’amministrazione Romagno: o approva il bilancio entro dieci giorni o il consiglio verrà sciolto. Il conto alla rovescia è cominciato ieri, quando all’amministrazione comunale è stata notificata la diffida da parte della Prefettura di Bari. Ma il consiglio è stato convocato per il 10 novembre (al tredicesimo giorno dalla diffida, il decimo lavorativo). In realtà non succederà nulla, a patto che, pur sforando il termine previsto, il 10 l’amministrazione Romagno approvi il bilancio. Se invece il bilancio non sarà approvato, sarà attivata la procedura per lo scioglimento del consiglio comunale, prevista dall’articolo 141 comma 2 del D.Lgs. 18 agosto 2000 n. 267, secondo cui “trascorso il termine entro il quale il bilancio deve essere approvato senza che sia stato predisposto dalla giunta il relativo schema, l’organo regionale di controllo nomina un commissario affinché lo predisponga d’ufficio per sottoporlo al consiglio”.
I consiglieri di minoranza, intanto, si riuniranno oggi per decidere la linea da adottare. Il malcontento è tanto: “C’è una continua rincorsa tra un provvedimento e l’altro – ha tuonato il consigliere Valenzano durante l’ultimo consiglio, riferendosi alle tante assenze della maggioranza in aula – Io non so se questo sia un modo corretto di operare, è avvilente per i consiglieri comunali lavorare in queste condizioni”. (foto di Giusy Ottomano)

© Riproduzione riservata 29 Ottobre 2014

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento