aggiornato il 05/05/2013 alle 21:37 da

Risolti i problemi idrici nelle campagne, Morea giunge in soccorso delle aziende

pozzo_perrottaNOCI – La coalizione di centrodestra NOCI2020 risolve il problema di approvvigionamento idrico delle zone rurali di noci. Dopo una serie di incontri con i rappresentanti del mondo della zootecnia e dell’agricoltura sulla problematica dell’acqua nelle zone di campagna, il candidato sindaco Stanislao Morea si è attivato in prima persona per affrontare una serie di emergenze. Le ultime vicende di cronaca avevano riportato la notizia di una serie di furti di rame e di quadri elettrici a nord della città, verso Gioia del Colle, presso il “Pozzo Perrotta”. Un problema che aveva compromesso l’ordinaria vita delle aziende impegnate ad innaffiare i prodotti agricoli, ad abbeverare gli animali, nonché a condurre le operazioni igieniche in stalla. Stanislao Morea ha per questo avviato rapporti serrati con gli Enti competenti e in particolare con l’ARIF, ottenendo dal 30 aprile scorso l’apertura pomeridiana del secondo pozzo di approvvigionamento, avviando il ripristino del Pozzo Perrotta e della “condotta 3C”. La condotta rurale, che serve acqua a moltissime aziende agricole della zona, per via di un malfunzionamento probabilmente riconducibile ad una errata manutenzione aveva anch’essa smesso di funzionare, lasciando in serie difficoltà gli allevatori. Stanislao Morea ha incontrato il referente dell’acquedotto rurale per intervenire quanto prima, giungendo ad una soluzione. Da sabato 4 maggio la condotta ha ripreso regolarmente a funzionare facendo arrivare l’acqua alle aziende zootecniche della zona. “È stato un lavoro di mediazione molto importante – ha dichiarato Stanislao Morea – che ha portato a risolvere in breve tempo un problema vitale per la filiera locale, quello dell’approvvigionamento idrico (…) gli allevatori e le aziende agricole rappresentano la spina dorsale del nostro sistema produttivo e il disagio avrebbe comportato un grave danno a tutto il comparto, con effetti immediati sull’economia locale. Per questo ho sentito il dovere di intervenire”. Un intervento tempestivo e risolutore quello di Morea soprattutto in vista della stagione calda e della siccità estiva. Inoltre a giorni saranno aggiudicati i lavori di potenziamento dell’acquedotto rurale finanziati dalla Regione Puglia tramite i bandi PSR 2007-2013 asse 1 misura 125 per l’importo di E. 500.000,00 circa. Noci in tale bando si è piazzata prima in graduatoria. Il tronco collegherà il bacino di Barsento con il Bacino di Gemma d’Arrigo per una lunghezza totale di circa 10 km con intervento di circa 4 km. Si rammenta che il bacino di Barsento viene alimentato dal tronco proveniente da Massafra. E’ il risultato di una pianificazione puntuale del passato che oggi sta dando i risultati attesi. La sensibilità e l’attenzione verso il mondo rurale proseguirà intensamente e senza tregua.

© Riproduzione riservata 05 Maggio 2013