aggiornato il 21/01/2015 alle 17:52 da

Crisi d’impresa, usura e sovraindebitamento. Il convegno

img-2112-turiTURI – Il Patronato Istituto Nazionale Assistenza Cittadini e la Confederazione Italiana Agricoltori con il Patrocinio del Sindacato Italiano Appartenenti Polizia e del Comune di Turi presentano venerdì 23 gennaio alle ore 16.30 al Palazzo Marchesale Venusio di Turi il convegno “Crisi d’impresa, usura e sovraindebitamento del consumatore. Una possibile via d’uscita: la legge nr. 3/2012”. L’argomento riguarda una procedura finalizzata alla gestione della crisi da sovraindebitamento della piccola impresa e del consumatore e si presenta di pregnante attualità e con risvolti sociali di non poco conto vista la presenza nel territorio di numerose aziende agricole e di personale appartenente alle forze di polizia. Aprirà i lavori il presidente provinciale CIA Vito Scalera e si proseguirà con i saluti di Domenico Coppi, sindaco di Turi, Girolamo Ceci, direttore provinciale INAC, Emilio Ciccarone, direttore regionale INAC, Raffaele Carrabba, presidente regionale CIA Puglia. Seguiranno gli interventi e le conclusioni di Giuseppe Creanza, direttore provinciale CIA, Giuseppe Tiani, segretario nazionale SIAP, Vito Savino, presidente Tribunale di Bari, Valentino Lenoci, Tribunale di Bari IV sezione fallimentare e societaria, Ugo Patroni Griffi, Università di Bari, Flora Caputi, Responsabile OCC costituito presso l’Ordine degli Avvocati di Bari, Massimo Melpignano Vice Presidente Adusbef Puglia, e di Antonio Barile, presidente nazionale INAC. Il moderatore sarà Francesco Iato, giornalista di Telenorba. La segreteria scientifica è curata dagli avvocati Sandro Lacalamita e Giovanna Elisabetta Zaccheo. Il convegno è accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Bari ai fini della formazione continua.

© Riproduzione riservata 21 Gennaio 2015