aggiornato il 19/11/2010 alle 10:40 da

Le scuole dell’infanzia con l’Unicef

TURI – san-giovanni-bosco-1Nei giorni scorsi, le signore dell’Università della Terza Età di Turi si sono recate nelle tre scuole d’infanzia del nostro paese per mostrare ai bambini dai tre ai cinque anni come si realizzano le Pigotte Unicef del progetto “Pigotte & Cinema: andiamo in Scena!”. Le scuole d’infanzia del nostro paese con l’Ute hanno aderito al progetto proposto dalla referente locale Unicef, dott.ssa Tina Resta, che prevede la realizzazione di Pigotte ispirate a personaggi del mondo del cinema. Le sarte dell’Ute e la presidente Carmela Vittore hanno incontrato, in tre giorni differenti, tutti i bambini delle tre scuole dell’infanzia per spiegare loro come si passa dalla semplice sagoma di stoffa alla Pigotta vera e propria. Nelle scuole la referente del progetto, l’insegnante Beatrice Carenza, ha spiegato ai bambini l’importanza delle Pigotte che, con la loro adozione, permettono di donare un kit salvavita ad un bambino per ridurre il pericolo di mortalità nei suoi primi cinque anni di vita. Durante la dimostrazione, le sarte dell’Ute e le insegnati coinvolte nel progetto, hanno fornito ai bambini piccoli pezzi di bambagia e li hanno guidati nel riempire la sagoma di una Pigotta. Un po’ intimoriti, ma contenti per la nuova esperienza che stavano vivendo, i bambini hanno accompagnato le fasi di realizzazione della Pigotta con simpatiche canzoncine e applausi. Al termine del processo di riempimento le sarte hanno vestito le bambole di pezza con abiti cuciti a mano e le hanno “animate” disegnando in viso anche occhi, naso e bocca. I bambini erano entusiasti nel vedere le Pigotte che pian piano prendevano forma e assumevano le sembianze dei loro personaggi preferiti come Alice nel Paese delle Meraviglie, Heidi, Minnie, la Fatina, Biancaneve. Al termine dell’incontro i bambini hanno ringraziato le signore dell’Ute perché con le loro mani “magiche” hanno dato vita a delle bambole che sono in grado di aiutare i bambini più sfortunati presenti in ogni parte del mondo.

© Riproduzione riservata 19 Novembre 2010