aggiornato il 25/11/2022 alle 11:47 da

Lions Club: uno zaino di solidarietà sospeso

Parallelamente alla raccolta di occhiali usati da revisionare e inviare alle popolazioni del terzo mondo che ne hanno bisogno, un’altra interessante iniziativa solidale è stata messa in cantiere dal Lion Club “Matteo Pugliese” di Turi a poco più di un mese dal santo Natale. Si tratta dello “Zaino Sospeso”, ovvero una raccolta di materiale didattico da destinare ai bambini più bisognosi.

Una matita, una penna, un quaderno, un album da disegno, un libro, uno zaino, e tanto altro ancora, per alcune famiglie è o può essere una spesa irrisoria, per altri un ostacolo, a volte insormontabile, che impedisce ai bambini di avere uguali opportunità di impegno e di crescita. Sono queste alcune delle fonti delle disuguaglianze che poi avranno un peso determinante nella loro formazione e nel ruolo che assumeranno nella società. D’altronde, la necessità di garantire uguali opportunità per tutti è codificata nell’articolo tre della nostra Costituzione: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Individuati i punti di raccolta del materiale didattico ”in sospeso”, come il caffè a Napoli. Sono: Punto Scuola, cartoleria e libreria, in piazza Aurelio Cisternino, n.3; Nuovemporio, in via Antonio Orlandi, n. 21, nei pressi della villa comunale; Qualità e risparmio 1, in via San Pompilio n. 2 e Qualità e risparmio, 2, in via Strada Mola, n.9/A.

Al termine della raccolta solidale, il materiale didattico sarà messo a disposizione della Caritas per la distribuzione alle famiglie più bisognose. Dunque un piccolo gesto per il sorriso di un bimbo. Da non dimenticare che il bene è contagioso. Fare del bene fa bene agli altri ma aiuta anche a gratificare se stessi e a vivere meglio. Soprattutto a Natale, un Natale ad alto rischio, purtroppo, per i venti di guerra che soffiano sull’Europa a causa della follia umana e della bramosia del potere.

© Riproduzione riservata 25 Novembre 2022

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commento *
Nome
Email *
Sito web