aggiornato il 02/04/2013 alle 15:29 da

Una tesi di laurea sulla storia di Turi

Anna Lizia D'AprileTURI – Il Tardo Medioevo con le sue vicende storiche e culturali, preludio dell’età moderna, ha affascinato così tanto la giovane turese Anna Lizia D’Aprile da indurla a dedicare a questo periodo storico la propria tesi di laurea in Lettere. La neo dottoressa ha voluto ripercorrere le vicende di quel periodo storico tanto tormentato soffermandosi sugli avvenimenti che hanno come protagonista la nostra Turi. “L’idea di scrivere una tesi su Turi è nata durante la preparazione dell’esame di storia medievale – ha spiegato la dott.ssa D’Aprile -. Affascinata dalle vicende che si susseguono a partire dalla caduta dell’Impero Romano, mi sono soffermata sul Tardo Medioevo, periodo che vede lo sviluppo di forme di governo basate su signorie e vassallaggio, la costruzione particolari strutture come castelli, fortezze, torri, rocche e la nascita dei primi borghi ed edifici fortificati.  A questo periodo risalgono le prime abitazioni di quello che oggi è il nostro centro storico che si sviluppa attorno all’attuale Palazzo Marchesale, edificio che conserva al suo interno ben nove secoli di storia. Questa struttura, infatti, in origine era un castello che fungeva da dimora del primo Signore di Turi, Tommaso da Frassineto. Il mio obiettivo è stato quello di evidenziare il lavoro di coloro che possiamo definire a tutti gli effetti ‘storici di Turi’. Limitandomi al periodo da me preso in esame, l’epoca medievale, ho raccolto ricerche, inchieste e studi di sette autori locali (Giovanni Bruno, Donato Labate, Silvia De Vitis, Raffaele Ruta, Pietro Antonio Logrillo, Maria Cioce, Domenico Resta), che spinti dall’amore per il proprio paese, hanno illuminato la storia dell’abitato. Si tratta di storiografia recente, gli studi partono dalla seconda metà del Novecento fino ai giorni nostri”.

© Riproduzione riservata 02 Aprile 2013

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento