aggiornato il 12/06/2013 alle 15:07 da

La Ferrovia di Turi è la più buona d’Italia

premiazione_ciliegia_pi_buona_ditaliaTURI – A premiare la ciliegia turese è la giuria del premio nazionale organizzato dall’associazione nazionale “Città delle Ciliegie”, intitolato a Claudio Locchi, ricercatore dell’Università della Tuscia (VT), appassionato ciliegicoltore prematuramente scomparso. Il premio per la “Migliore Ciliegia d’Italia” è stato assegnato al produttore turese (e assessore all’agricoltura del Comune di Turi) Angelo Palmisano, le cui Ferrovie hanno totalizzato 180 punti tra valutazione dell’aspetto estetico e valutazione del sapore. Il premio per la “Ciliegia più Bella d’Italia” è andato al produttore Enrico Iseppi di Castegnero (VI), con la ciliegia “Carmen” che ha totalizzato un punteggio di 95 punti nella valutazione estetica. E il premio per la “Ciliegia più Buona d’Italia” è stato vinto da Franco Manzini di Vignola (MO), che ha partecipato con la ciliegia “Samba”, conquistando 91 punti nella valutazione dell’aspetto gustativo. “E’ un grande orgoglio per il Comune di Turi e per la nostra Ciliegia Ferrovia che conquista il posto che merita, il primo” è il primo commento dell’assessore all’agricoltura (premiato) Angelo Palmisano.

© Riproduzione riservata 12 Giugno 2013