aggiornato il 11/03/2016 alle 15:51 da

Donna truffata dal falso carabiniere

finti carabinieriTURI – “Suo figlio si trova in stato di fermo in caserma a seguito di un incidente stradale e, per risarcire il danno causato ed evitargli l’arresto, deve pagare 3.200 euro. Per maggiori informazioni contatti il maresciallo dei carabinieri tal dei tali”. E’ cominciata così, con la telefonata di un finto avvocato, la truffa a un’anziana turese che, spaventata per quello che sarebbe potuto accadere al figlio, non ha esitato a contattare questo fantomatico maresciallo che conferma che il figlio si trova in stato di fermo in caserma aggiungendo che, se non avesse pagato subito la somma di 3.200 euro, sarebbe stato arrestato e portato in carcere. La pensionata, quindi, raccoglie ciò che ha in casa e consegna tutto a un uomo che attendeva all’esterno. E’ stata truffata così una donna turese. L’ennesima truffa del genere che si consuma sul nostro territorio e che induce i carabinieri a rinnovare l’invito a non far entrare in casa nessuno e chiamare il 112, il cui operatore potrà certamente dare ogni utile indicazione per evitare di incappare in spiacevoli situazioni quali truffe e raggiri di vario genere. Maggiori particolari sull’edizione di Fax in edicola domani mattina.

© Riproduzione riservata 11 Marzo 2016