aggiornato il 17/08/2011 alle 11:12 da

Incendiata ambulanza, i volontari l’avevano acquistata 10 giorni fa per 78mila euro

foto2c-incendio_nuova_ambulanza_di_turi_soccorso_ore_430_del_17.8.2011_danni_x_80.00000euro_11TURI – Alle 4,30 del 17 Agosto una nuova autolettiga Renault Master del 118 dell’ Associazione Turi Soccorso è stata Incendiata. I volontari l’avevano acquistata 10 giorni fa per 78.000,00 euro. Le fiamme hanno distrutto tutto, compreso le attrezzature e borsone dei farmaci,defribbrillatore ecc. Pianto di rabbia del Presidente Stefano Palmisano e del Cordinatore Vito, suo Figlio. Forse invidia o cattiveria ha “armato la mano” di un probabile piromane, saranno i Carabinieri del nucleo radio mobile di Gioia del Colle diretti dal Cap. Dr. Pietro Petronio a cordinare eventuali altre indagini. Il presidente Palmisano ha dichiarato che mai ha ricevuto intimidazioni ma nell’area Turese c’è molta invidia in chi crede che da questo volontariato si percepisca ogni mese “ORO”. I Fatti: E’ stata una signora affacciata al balcone ad accorgersi delle fiamme che si sprigionavano dal vano motore chiamando i vigili del fuoco della locale stazione di Putignano che diretti dal C.S.E. Antonio Lovece non hanno potuto far niente per salvare il mezzo di soccorso. I Vigili del Fuoco hanno lavorato per 45minuti per aver ragione sulle fiamme del mezzo da cui si temeva anche lo scoppio delle bombole d’ossigino in dotazione al mezzo che sono state individuate e messe in sicurezza. La telecamera di sorvegliaza posta all’ingresso e collegata con la sede ASL di Bari si spera possa dare una pista alle indagini. I VV.FF. e i Carabinieri non si sono espressi in tal caso, perchè nell’immediatezza dell’incendio non sono stati trovati indizi utili. I Carabinieri di Gioia del Colle e della locale stazione ritorneranno sul luogo per cercare di vedere e capire bene cosa abbia causato l’incendio. Al momento del sinistro erano presenti Il medico di Guardia un Infermiere un soccorritore e un autista che non si sono accorti di quello che stava succedendo. Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e i cittadini di Turi si spera facciano vedere la loro solidarietà donando un contributo affinchè questi bravi volontari possano riacquistare l’ambulanza. Per la Festa di Sant’ Oronzo ben venga un pensiero di qualche imprenditore a farsi avanti e aiutare Turi Soccorso. Certo che i Volontari di Turi Soccorso assicureranno ugualmente il servizio cittadino sanitario d’urgenza del 118. A Turi Soccorso arrivi la solidarieta’ dell’Associazione Vivi la Strada .it che, se doloso, condanna il vile gesto. 

Foto 2C 

 

© Riproduzione riservata 17 Agosto 2011