aggiornato il 29/06/2010 alle 15:15 da

Arrestato sorvegliato speciale

TURI – E’ stato sorpreso mentre era al cellulare e per lui è immediatamente scattato l’arresto. Si trata del 23enne G.L., arrestato dai carabinieri di turi in seguito ad una rissa in famiglia scoppiata la sera del 28 dicembre scorso e poi assolto dal giudice del Tribunale di Bari (che li giudicava solo per l’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia, dato che le vittime dell’aggressione nel frattempo avevano ritirato la querela) perchè non vi è prova dei maltrattamenti. Il ragazzo, però, era sorvegliato speciale e, tra i vari divieti cui doveva sottostare, c’era anche quello di parlare al cellulare. Divieto ignorato dal ragazzo che è stato sorpreso dai carabinieri e tratto in arresto in base al pacchetto sicurezza del 2008 che prevede un inasprimento delle misure per chi contravviene agli obblighi cui è sottoposto dal tribunale.

© Riproduzione riservata 29 Giugno 2010