aggiornato il 20/01/2012 alle 14:55 da

Scacco al Dormex

TURI – DSCF0006Sequestrata dal Corpo forestale dello Stato di Acquaviva delle Fonti una rivendita abusiva di fitofarmaci, con annesso deposito e un autocarro. L’operazione, denominata  “Nessun Dorma” è stata condotta con il supporto del Comando provinciale e regionale del Corpo di Bari e in collaborazione con le Stazioni di Gioia del Colle, Noci, Alberobello, Cassano delle Murge e Mottola. E’ accaduto giovedì scorso, a conclusione delle indagini avviate dal gruppo specializzato di reati ambientali della Procura di Bari a seguito del ritrovamento, nei territori tra Sammichele e Turi, di alcune taniche di “Dormex”, fitoregolatore utilizzato per la crescita e la maturazione di prodotti ortofrutticoli come l’uva e le ciliege. I contenitori ritrovati riportano sull’etichetta il marchio del fitofarmaco, peraltro  vietato dalle autorità sanitarie italiane ed europee, ma gli inquirenti ritengono che si tratti di un principio attivo altamente tossico, la cianammide. Questa, usata per favorire il risveglio delle gemme dormienti del ciliegio, se nebulizzata durante il trattamento con atomizzatori agricoli, può restare nell’aria per diverse ore, tanto da costituire serio pericolo per la salute. La magistratura barese quindi invita quindi i cittadini a “segnalare al numero di pronto intervento emergenza ambientale del Corpo forestale dello Stato (1515) – si legge in una nota della Procura di Bari – il ritrovamento di contenitori di prodotti agricoli, con etichette scritte in lingua straniera, l’esercizio di trattamenti agricoli sospetti e, soprattutto, casi di intossicazione da fitofarmaci”.

© Riproduzione riservata 20 Gennaio 2012