aggiornato il 25/10/2013 alle 15:53 da

Degrado in stazione, c’è anche una siringa

TURI – La stazione ferroviaria è in condizioni disumane. Le immagini riportate in questa pagina, scattate nella mattinata di mercoledì 23 ottobre, rappresentano in tutta la sua gravità la condizione di degrado in cui versa la struttura. E la condizione di pericolosità della stessa. Nella foto in alto, tutta la drammaticità della situazione, con una siringa abbandonata nel lavandino del bagno. Non sappiamo da chi e per quali scopi sia stata utilizzata, ma di certo rappresenta un grandissimo pericolo soprattutto per quei ragazzi che, quotidianamente, prendono il treno per raggiungere la scuola. A partire da metà settembre, anche se a dire il vero le prime comunicazioni scritte risalgono ai primi mesi del 2013, è partito il braccio di ferro tra amministrazione comunale, Asl e Ferrovie Sud Est per la bonifica della zona. “Da sopralluogo effettuato in data odierna – si legge nella lettera inviata dalla Asl al Comune e all’azienda di trasporti in data 17 settembre – presso la stazione in oggetto, si evidenzia lo stato di abbandono della stessa. Le aiuole necessitano di adeguata bonifica e pulizia per la presenza di rifiuti ed erbaccia; i servizi igienici del pubblico, uomini ed handicapp, risultano chiusi a chiave con porte in ferro; nel wc donne la porta è completamente divelta e la sporcizia è diffusa […]. Pertanto, al fine di salvaguardare la salute pubblica, è necessario con urgenza procedere ad adeguata bonifica, pulizia e ripristino dei servizi igienici e alla derattizzazione tramite ditta autorizzata”. Da allora, però, a quanto pare non è arrivata alcuna risposta. Tanto che, il 17 ottobre scorso, il Comune di Turi, a firma dell’assessore all’ecologia e ambiente Maurizio Coppi, ha scritto ancora alle Ferrovie Sud Est e alla Asl. “Avendo verificato che a tutt’oggi non è stato eseguito alcun intervento di pulizia ordinaria e straordinaria dei locali e/o servizi igienici, nonchè delle aree a verde della stazione ferroviaria […]; considerato che la situazione igienico sanitaria degli stessi nel corso dei giorni è notevolmente peggiorata e che il perdurare di tale degrado può arrecare gravi pregiudizi ai fruitori del locale servizio pubblico, con la presente si diffidano i destinatari in indirizzo a porre in essere, ognuno per le proprie competenze, tutti gli adempimenti necessari per il ripristino delle condizioni ottimali che tali luoghi pubblici richiedono”. Siamo sicuri che dopo questa segnalazione, qualcosa cambierà. Anche perchè siamo certi che ai dirigenti delle Ferrovie Sud Est, l’incolumità dei passeggeri stia a cuore.

degrado stazione 3degrado stazione 1degrado stazione 2

© Riproduzione riservata 25 Ottobre 2013