aggiornato il 23/08/2010 alle 7:14 da

Successo per “Napoli armonie di Pace”

TURI – Gran successo domenica di ferragosto per Federico Ragusa e il suo gruppo “I Figli di Euterpe” in occasione dell’evento musicalteatrale che ha tenuto a battesimo i festeggiamenti di Sant’Oronzo. “Napoli armonie di Pace”, questo il titolo dello spettacolo al termine del quale il numeroso pubblico presente ha chiesto a gran voce un supplemento durato circa mezz’ora. Il tenore barese, accompagnato dal soprano Amelia Milella, dagli attori Teo Saluzzi e Cristina Angiuli – e da un trio di musicisti impegnati con strumenti della tradizione classica napoletana – ha interpretato celebri pezzi della canzone partenopea, come “O sole mio” e “Funiculì  funiculà”.  Oltre all’ascolto di alcuni veri e propri cult del genere famoso in tutto il mondo, il gruppo ha intervallato il programma musicale con poesie e aneddoti in vernacolo napoletano. Molto apprezzata la declamazione de “A’ livella” da parte di Saluzzi. Nel repertorio del maestro Ragusa figurano anche  canzoni napoletane scritte o musicate da pugliesi doc, tra cui Domenico Modugno, Tito Schipa, Mario Costa e Raffaele Gervasio – di quest’ultimo è stata eseguita la mitica “Tarantella” – che hanno creato un ponte culturale sinergico tra le due regioni. L’intento di Ragusa, che ha riunito intorno a sè una compagine di valenti artisti che utilizzano prettamente il mandolino, la mandola e la chitarra classica – strumenti che per antonomasia sono deputati ad evocare le eterne armonie, considerate a ragione “la musica universale” -, è quello, come ha affermato lo stesso artista al termine della serata, di “lanciare ponti di pace dalla nostra amata Puglia ad altri popoli, in una sorta di ecumenismo culturale”. Lo spettacolo svoltosi in piazza Orlandi è stato offerto al Comitato feste patronali dalla Provincia di Bari.

© Riproduzione riservata 23 Agosto 2010