aggiornato il 20/10/2011 alle 16:17 da

Un premio in memoria di don Giovanni Cipriani

TURI – Pentagramma_2E’ stato presentato lunedì pomeriggio, nell’androne del palazzo municipale, il premio “Pentagramma d’oro” istituito per ricordare ed onorare la memoria di don Giovanni Cipriani “affinché ogni turese concorra a dare continuità a ciò che lui ha fondato”. E la data di presentazione non è affatto casuale. Il 17 ottobre del 1920 nacque don Giovanni Cipriani, colui che negli anni ‘50 fondò l’oratorio di Turi e che, con la scomparsa a 80 anni lo scorso 8 maggio, ha lasciato un vuoto incolmabile nei cuori di tutti i turesi. “Oltre a ringraziarlo e portarlo sempre nei nostri cuori, annualmente, la commissione (composta da 9 membri di cui 5 componenti dell’associazione, due componenti appartenenti ad altre realtà cittadine “non politiche”, il parroco pro-tempore della parrocchia Maria SS.Ausiliatrice e il primo cittadino di Turi), si propone di assegnare il riconoscimento (una spilla d’oro che rappresentazione il pentagramma con le prime note della 5A sinfonia di Beethoven il destino) a una persona o a un gruppo, o a un’associazione, che abbia vissuto per un certo periodo la vita da “oratoriano”. O che si sia prodigato in nome dell’Oratorio, coniugando correttezza e onestà di comportamenti, apprezzabile impegno personale e sociale. Nell’assegnare il premio, la commissione prenderà in considerazione le qualità umane del premiato, l’entusiasmo, la costanza e la passione nel mettere a frutto le doti professionali e umane nell’ambito del proprio lavoro e nella vita della società civile, l’attaccamento all’Oratorio, la pratica vissuta dell’insegnamento dei valori morali di don Giovanni Cipriani”. (foto Giovanni Palmisano)

© Riproduzione riservata 20 Ottobre 2011