aggiornato il 10/07/2010 alle 7:53 da

Labate presenta la sua ultima ricerca

TURI – Lo scorso fine settimana a Sassuolo in provincia di Modena, l’archeologo turese Donato Labate ha presentato i risultati dei suoi ultimi studi confluiti nel volume “L’insediamento di Montegibbio, una ricerca interdisciplinare per l’archeologia” curato con l’archeologa Francesca Guandalini. All’evento sono intervenuti il Sindaco di Sassuolo Luca Caselli, Luigi Malnati, Soprintendente per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna e i curatori Guandalini e Labate, che insieme a Lisa Borgatti (DISTART, Università degli Studi di Bologna) hanno illustrato brevemente la ripresa degli scavi archeologici informando il pubblico sulle recenti indagini geofisiche condotte a Montegibbio. Nel sito sono stati individuati resti di costruzioni riferibili ad un santuario dedicato a Minerva, ad una probabile villa e a strutture agricolo produttive. L’attenzione degli archeologi si è concentrata sui crolli e sulle distruzioni documentate nei vari edifici rinvenuti, forse riferiti a fenomeni tellurici.

Ulteriori informazioni su Fax in edicola.

© Riproduzione riservata 10 Luglio 2010