aggiornato il 26/09/2010 alle 8:42 da

Pip e polemiche

TURI – Dopo le anticipazioni pubblicate nell’articolo “Variante al Pip, le perplessità di Coppi” sul numero di Fax in edicola, il Partito democratico ha diramato un comunicato sull’argomento che sarà in discussione nel prossimo consiglio comunale. “L’amministrazione – si legge – vuole favorire i privati contro l’interesse di Turi. Nel consiglio comunale di lunedì 27 la sempre più traballante amministrazione Gigantelli, con un ultimo colpo di coda, vuole eliminare un tratto di strada, già individuato dal 1995, per favorire un privato”. Secondo il Pd con l’approvazione della variante “il Comune di Turi concederebbe al privato ciò che il TAR ha vietato”. In sostanza nell’area in cui si dovrebbe realizzare la strada di collegamento tra la zona industriale e il centro abitato, e che si vuole eliminare con la variante, erano state rilasciate due concessioni edilizie alla fine settembre del 2003, nonostante il 1° agosto, ossia quasi due mesi prima, il consiglio comunale dell’epoca avesse già approvato la realizzazione della strada. Per i pieddini turesi questo “è uno scandalo” ed è la dimostrazione lampante che il centrodestra pone in secondo piano l’interesse pubblico rispetto a quello privato. Il partito – si legge alla fine del comunicato – si batterà fino in fondo contro questa ingiustizia. L’assemblea di lunedì (o di martedì se si farà ricorso alla seconda convocazione), oltre che per i possibili sviluppi delle vicende interne alla giunta Gigantelli, si preannuncia quanto mai movimentata.

© Riproduzione riservata 26 Settembre 2010