aggiornato il 22/10/2010 alle 8:28 da

Restauro in vista per il carro trionfale

TURI – carro-trionfaleIl culto di Sant’Oronzo è radicato nel paese come poche altre cose. Sono tantissimi quelli che considerano l’evento della festa patronale come l’appuntamento di maggior rilevanza per Turi. Tra le attrattive principali c’è sicuramente l’arrivo del Carro Trionfale in piazza Orlandi, che ogni anno richiama una moltitudine di turesi e di forestieri. Il carro, adibito al trasporto della statua del Santo patrono e costituito da una struttura in legno alta circa 12 metri, venne realizzato per la prima volta nel 1851. Fu completamente rifatto nel 1971 a causa dell’invecchiamento. L’ultima “uscita” del carro, lo scorso agosto, è stata accompagnata da alcune polemiche per il cattivo stato di conservazione e per l’inadeguatezza della struttura destinata a ricovero. Probabilmente l’amministrazione comunale, consapevole del patrimonio da tutelare e dell’impegno assunto con il progetto de “Le Vie Oronziane”, teso a valorizzare il culto del Santo in tutte le sue manifestazioni, ha di recente deliberato, per mezzo di apposito atto di giunta, la necessità di restaurare il carro e sistemare l’alloggio – ubicato presso il cimitero – affinché ne sia garantita la conservazione nel miglior modo possibile. L’amministrazione ha per questo incaricato l’ufficio tecnico di “coordinare i lavori per l’elaborazione di un progetto di valorizzazione del ‘Carro Trionfale’ avvalendosi dell’ausilio tecnico del settore lavori pubblici per quanto attiene alla stima dei costi dei lavori di restauro ed alla individuazione delle migliori soluzioni tecniche per coprire la facciata dell’alloggio”, considerato che al momento la struttura non consente la totale protezione durante il periodo invernale.

© Riproduzione riservata 22 Ottobre 2010