aggiornato il 26/10/2010 alle 21:38 da

La questione scuolabus in commissione

ScuolaBusTURI – Non accenna a diminuire l’interesse intorno alla problematica del servizio trasporto alunni. Dopo la raccolta di firme promossa dall’associazione genitori e la lettera pubblicata sul n. 38 di Fax, attraverso la quale il papà di un’alunna esclusa dal servizio criticava i criteri di scelta dei fruitori, questa settimana interviene sull’argomento anche il consigliere di minoranza Natalino Ventrella. “Ho chiesto in settimana alla presidente della commissione di controllo Tina Resta di convocare l’organismo affinchè si riveda il criterio attraverso il quale si stabilisce chi ha la precedenza ad accedere al servizio (fatta eccezione per coloro che abitano nelle masserie) e per discutere la problematica nella sua interezza.

Chiederò anche la presenza dell’ing. Campobasso perché mi sembra un’assurdità fare un calcolo delle distanze con il compasso. Queste modalità vanno bene per gli strumenti urbanistici, allorchè bisogna individuare le nuove aree edificabili, ma per i bambini sicuramente no”. Per Ventrella i calcoli effettuati in questo modo danno luogo a delle evidenti ingiustizie in quanto bisogna tener conto della reale distanza di percorrenza per raggiungere la scuola.

© Riproduzione riservata 26 Ottobre 2010