aggiornato il 10/12/2010 alle 9:20 da

De Florio e Luisi non fanno marcia indietro

TURI – municipio-turiLa posizione dei consiglieri di maggioranza Teresita De Florio e Giampiero Luisi – che dopo l’ultimo rimpasto sono sfuggiti al controllo del primo cittadino – sembrava ormai scontata all’indomani del voto contrario sull’assestamento di bilancio nell’ultimo consiglio comunale. Ma al momento non vi sono certezze matematiche. Infatti in settimana c’è stata una riunione di maggioranza – aperta ai due consiglieri – attraverso la quale il consigliere anziano Michele Boccardi ha provato a smussare gli angoli e tentare un riavvicinamento. Per il momento il risultato è stato un nulla di fatto. “All’interno della maggioranza – ha spiegato l’ex assessore alla polizia municipale prima e al personale poi – ci sono ancora dei colleghi che ci considerano dei rivoluzionari solo perchè non ci comportiamo come delle pecore. Persino Paolo Tundo ha ammesso alcuni errori e ha dimostrato di comprendere le nostre motivazioni. Ma ci sono altri che fanno orecchie da mercante. Si ha poca considerazione delle nostre posizioni”. La De Florio non accenna ad arrestarsi. “Abbiamo la consapevolezza che adesso ci cercano solo per una questione di numeri. Visto come sono andate le cose il mio maggior rammarico è di aver sprecato più di tre anni senza essermi resa conto per tempo delle persone che avevo intorno”.  Interpellata in merito alla posizione che assumerà insieme a Luisi al momento della votazione della sfiducia, la consigliera ha risposto: “Abbiamo già contestato nei fatti le cose che non ci andavano a genio nel corso delle ultime sedute consiliari. Per quanto riguarda il voto che ci sarà a breve abbiamo più o meno già deciso”. Come si vede l’ultima parola non è ancora stata scritta.

© Riproduzione riservata 10 Dicembre 2010