aggiornato il 20/06/2010 alle 7:43 da

Approvato lo schema di convenzione per la redazione del PIST

comune-turiTURI – Venerdì 18 giugno, nel corso di un movimentato consiglio comunale (e dopo i due precedenti tentativi del 16 e 17 andati a vuoto), la nuova squadra del sindaco Vincenzo Gigantelli ha approvato in seconda convocazione, con 9 voti favorevoli e 7 contrari, lo schema di convenzione per la redazione dello studio di fattibilità del Piano Integrato di Sviluppo Territoriale (PIST). Con tale studio – di cui le amministrazioni comunali di Gioia del Colle, Casamassima, Sammichele di Bari e Turi avevano deciso di dotarsi in una riunione del 19 febbraio scorso – si intendono definire gli elementi strategici e le linee di azione che dovranno essere contenute nel piano che gli stessi enti intendono predisporre allo scopo di intervenire, principalmente, per il recupero dei centri urbani. La redazione dello studio di fattibilità comporta una spesa complessiva di 28.000 euro da spalmare sui quattro comuni in proporzione al peso demografico di ciascuno rispetto alla popolazione complessiva dell’ambito. Turi parteciperà con un importo di quasi 5.000 euro, ossia il 18,50% del totale. I consiglieri di minoranza Tina Resta e Mimmo Leogrande hanno lamentato sull’argomento lo scarso coinvolgimento dei cittadini “che sono i titolari di questi interessi”. La gran parte del consiglio è stata comunque monopolizzata dagli interventi dell’opposizione contro il rimpasto “forzato” che ha costretto il primo cittadino – “sempre più debole” – a privarsi anche dell’assessore esterno Antonio Tateo.

© Riproduzione riservata 20 Giugno 2010

Non ci sono commenti, di la tua qui sotto!


Aggiungi un commento