aggiornato il 26/10/2010 alle 21:34 da

Sabato agrodolce per il volley turese

volleyTURI – Sconfitti per 3-0 (25-13, 25-15, 26-24) ma contenti per esser riusciti, almeno nel terzo set, ad arginare la furia arzanese. L’Acqua Amata Turi, in un match in notturna (ad Arzano si gioca alle ore 20.30), ha pagato dazio a una delle formazioni più forti del campionato che fa delle due laterali Sforza e Campolo e della centrale Vinaccia (ben 20 i punti per lei, top scorer dell’incontro, con il 61% in attacco) il proprio punto di forza. Una ricezione traballante nei primi due parziali (a fronte di un servizio delle padroni di casa sempre incisivo e pungente) ha limitato notevolmente la fase di ricostruzione turese costringendo spesso e volentieri Raguso agli straordinari e a dare palla scontata sulle bande, rendendo facile la vita del muro avversario che ha toccato la stragrande maggioranza dei palloni.

Dura quasi un’ora, invece, l’esordio casalingo della Villa Menelao Turi di serie C maschile davanti ai tifosi turesi. Tanto impiegano i turesi per aggiudicarsi nettamente l’intera posta in palio nel match contro il Libertas S. Spirito valevole per la seconda giornata del campionato di serie C gir. A. Sul parquet di gioco il Turi scende in campo con Linzalone-Bosco a comporre la diagonale palleggiatore- opposto, al centro Campanella e Rizzi, in banda la coppia Manicone e Giannini con Giunta libero. Nel terzo set da segnalare la presenza in campo di una formazione composta solo da ragazzi di Turi, largamente applaudita dal pubblico presente nel palazzetto dello sport.

© Riproduzione riservata 26 Ottobre 2010