aggiornato il 10/12/2010 alle 9:24 da

Maschile con la mater, femminile in Calabria

TURI – maschile-con-la-materl’Acqua Amata Turi calcherà il parquet di un palazzetto calabrese. E lo farà in occasione della nona giornata del campionato di serie B2 femminile contro la formazione di casa della Kermes Spezzano. Sarà un impegno non semplice per le ragazze di mister Pasquale Moramarco che dovranno continuare a esprimersi sulla stessa falsariga della prestazione di sabato scorso se vorranno provare a portare a casa qualche punto prezioso. Lo Spezzano, dopo un eccellente avvio di campionato, ha subito un brusco calo e si è attestato ora a metà classifica con 11 punti all’attivo frutto di quattro vittorie (le prime quattro giornate) e altrettante sconfitte (le ultime quattro). L’ultima delle quali giunta domenica scorsa sul campo della capolista San Pietro Vernotico al termine di una gara in cui le calabresi hanno rischiato di rosicchiare il primo punto della stagione alle brindisine. L’ostacolo tra la Villa Menelao Turi e la terza vittoria di fila, invece, è rappresentato  dalla giovanissima formazione della Materdomini Castellana Grotte. Nell’ultima apparizione del 2010 davanti al proprio pubblico la squadra di mister Graziano Coppi dovrà sfruttare appieno il turno casalingo, con la giusta determinazione e dedizione, per mettere in cascina punti preziosi alla propria causa. Importante per capitan Giannini e soci sarà congedarsi con una vittoria lasciando solo alla Ciesse Volley Brolo (ME), formazione del girone C di B1 e avversario della Villa Menelao Turi lo scorso anno, il primato di unica squadra di B1 e serie C ad aver violato l’impianto turese (seppur al quinto set) in questo anno solare. La compagine della città delle Grotte è formata da un mix di giovani atleti promettenti, guidati da Vincenzo Fanizza, alle prese con la lotta salvezza in quanto si posizionata al dodicesimo posto in classifica, con cinque punti raccolti in sette incontri disputati.

© Riproduzione riservata 10 Dicembre 2010