aggiornato il 08/08/2012 alle 10:20 da

Acqua Amata Turi, la cinquina di Moramarco

pasquale_moramarcoTURI – Sarà ancora Pasquale Moramarco il tecnico dell’Acqua Amata Turi per la stagione 2012-2013. L’allenatore altamurano ha legato per la quinta stagione consecutiva il proprio nome a quello della società turese che si presenta, per la terza volta consecutiva (la quarta in tutto) ai nastri di partenza del campionato di serie B2 femminile. “Con Pasquale – spiega il direttore sportivo Giacomo Iacovazzi – cinque anni fa abbiamo dato avvio a un progetto di crescita di una società che, allora, era alla prima esperienza nella quarta serie nazionale. Crescita che, passando anche per una retrocessione in C e una immediata promozione nella quarta serie nazionale, si è concretizzata sotto tanti punti di vista. Ci è sembrato giusto, dunque, rinnovare la fiducia a Pasquale che, senza ombra di dubbio, è uno dei migliori tecnici nel panorama nazionale. E a questo punto vorrei anche approfittare dell’occasione per ringraziarlo pubblicamente per essere venuto incontro alle esigenze della società, accettando la riduzione dell’ingaggio. Oltre che la nostra grande sfida. A lui quest’anno toccherà un compito ancora più difficile. Le risorse economiche a disposizione sono ridotte ai minimi termini ma stiamo allestendo una squadra che rappresenti il giusto mix tra esperienza e novità, valorizzando le ragazze del nostro vivaio. Lui dovrà creare le giuste alchimie e traghettare la squadra verso la salvezza, che rimane il nostro principale obiettivo. E Pasquale ha ampiamente dimostrato di essere l’uomo giusto al posto giusto”. Il binomio Acqua Amata Turi e Pasquale Moramarco è cominciato nella stagione 2008-2009. Era la prima esperienza in B2 della società turese. Un’esperienza non proprio fortunata. Una serie di infortuni costrinsero il tecnico a inventare spesso formazioni con atlete fuori ruolo. La retrocessione arrivò all’ultima giornata e per pochissimi punti, ma la crescita della squadra fu evidente. La società, allora, decise di ripartire da lui nel campionato di serie C. E la scelta si rivelò giusta. L’Acqua Amata Turi chiuse la stagione al secondo posto in classifica e si qualificò per i playoff promozione. Sconfisse Ceglie Messapica e Ostuni nei quarti e in semifinale e nella finalissima con il Noci impose la propria legge, riconquistando la serie B2. Poi due belle stagioni nella quarta serie nazionale, concluse entrambe con una salvezza tranquilla. E ora la nuova scommessa. In un campionato che Moramarco conosce bene e con una squadra che saprà guidare e motivare al meglio. Anche perchè Moramarco di vittorie se ne intende. Basti pensare agli innumerevoli successi conquistati in estate sulla sabbia del Lega Volley Summer Tour, il circuito di beach volley 4×4 organizzato dalla Lega Pallavolo Serie A Femminile, nel quale il tecnico altamurano è l’allenatore più vincente con due scudetti, sette Coppe Italia e due Supercoppe Italiane conquistate con Altamura prima e Urbino poi. E proprio quest’anno, con la formazione marchigiana composta da Valeria Caracuta, Kenny Moreno Pino, Elisa Cella, Alice Santini, Diletta Sestini e, per la tappa di Riccione, completata dalla nostra Mavi Raguso, ha sfiorato l’en plein, conquistando scudetto, All Star e Supercoppa e perdendo in finale solo la Coppa Italia assegnata a Porto Cesareo.

© Riproduzione riservata 08 Agosto 2012